Piccola guida per scegliere le porte di casa - Blog VenusDesign
438
post-template-default,single,single-post,postid-438,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Piccola guida per scegliere le porte di casa

Nel bel mezzo della costruzione di una casa o di una ristrutturazione, può capitare di sottovalutare l’importanza delle porte interne o di dedicarci poca attenzione. Ma le porte sono veri e propri pezzi di design, che influenzano profondamente lo stile di tutta la casa. Ecco alcuni consigli per chi deve scegliere o cambiare le porte interne.

  1. Prendetevi per tempo

Un errore da non commettere è quello di lasciare la scelta delle porte per ultima, dopo tutti gli altri interventi di progettazione o ristrutturazione. Può sembrare che, una volta predefiniti i fori, la scelta della porta sia solo un fattore estetico. Ma non è così: è bene scegliere le porte interne fin dall’inizio, per fare in modo che le dimensioni e la tipologia di apertura siano adeguate per un certo ambiente e che le finiture rispettino lo stile della casa. Meglio decidere in anticipo, che dover intervenire di nuovo a lavoro finito per fare modifiche o adattamenti.

  1. Informatevi sulle tipologie

Siete assolutamente certi di conoscere bene tutte le tipologie di porte esistenti? Se pensate che esistano solo le porte battenti e le scorrevoli, sappiate che non è così: battenti a filo muro, scorrevoli esterne o interne, con meccanismo a vista o a scomparsa e, ancora, porte a pacchetto o pieghevoli. Assicuratevi di conoscere tutte le opzioni esistenti e le loro caratteristiche prima di scegliere quali porte installare, valutando la tipologia di ambiente e il suo utilizzo.

  1. Prendete bene le misure

Può sembrare un consiglio banale e scontato, ma capita fin troppo spesso che non si tenga in considerazione la dimensione della porta quando si progetta una casa o un appartamento. Per prima cosa, è bene tenere presente quali ambienti farà comunicare tra loro la porta e su quale parete andrà collocata, in modo da ottenere un risultato esteticamente proporzionato ma anche funzionale. Inoltre, non dimenticatevi dell’arredo e degli elettrodomestici. Se commettete l’errore di fare una porta troppo piccola in cucina o in bagno, pezzi ingombranti come il frigorifero o la vasca potrebbero non passare e a quel punto le soluzioni non sono molte: rinunciare al pezzo d’arredo o abbattere il muro!

  1. Coordinate lo stile

Come abbiamo detto all’inizio, le porte sono elementi di design. Per questo le varianti nello stile e nelle finiture sono tantissime e potremmo essere tentati di scegliere una porta che ci affascina senza tener conto del resto della casa. Il colore delle pareti, il materiale dei pavimenti, il design dei mobili: sono tutti elementi che si troveranno poi a dialogare con le porte interne ed è bene che il risultato sia coerente e armonioso.

  1. Fatevi consigliare da un esperto

Da quanto visto fin qui, è chiaro che scegliere le porte di casa non è sempre semplice. Se siete in dubbio sul tipo di porta o sulle finiture, rivolgetevi ad un esperto che sappia consigliarvi le soluzioni migliori per i vostri spazi e le vostre esigenze.